Educazione dei figli Torino

dott.ssa Silvia Balconi: problematiche familiari ed educazione dei figli a Torino

«I tuoi figli non sono figli tuoi, sono i figli e le figlie della vita stessa. Tu li metti al mondo ma non li crei. Sono vicini a te ma non sono cosa tua. Puoi dar loro tutto il tuo amore, ma non le tue idee, perché essi hanno le proprie idee. Tu puoi dare dimora al loro corpo, non alla loro anima, perché la loro anima abita nella casa dell'avvenire, dove a te non è dato entrare, neppure con il sogno. Puoi cercare di somigliare a loro, ma non volere che essi somiglino a te, perché la loro vita non ritorna indietro e non si ferma a ieri. Tu sei l'arco che lancia i figli verso il domani». (Khalil Gibram)

Regole, ruoli e modalità di funzionamento all'interno del sistema famiglia non sono dati una volta per sempre, bensì devono necessariamente evolvere nelle diverse fasi del ciclo di vita degli individui, di pari passo con l'evoluzione di questi ultimi.

Il funzionamento di una coppia di novelli sposi è molto diverso da una famiglia con figli piccoli e a sua volta si differenzia da una con figli in età adolescenziale.
Ognuno di questi passaggi evolutivi comporta una rivoluzione significativa del sistema intero, nel senso che le regole, i ruoli e le modalità di funzionamento della famiglia non potranno essere le stesse da una fase all'altra, ma dovranno necessariamente modificarsi.

Questa transizione da una fase all'altra, in circostanze particolari, può risultare particolarmente faticosa e problematica. Un passaggio evolutivo che risulta particolarmente critico per molte famiglie è l'ingresso dei figli nella famigerata "fase adolescenziale".
In tutti questi casi può essere d'aiuto una consulenza familiare.

Mauro era un diciassettenne molto timido e inibito.
Venne da me anni fa accompagnato dai genitori, preoccupati del fatto che il ragazzo era molto chiuso, viveva con grande ansia e senso di inadeguatezza i rapporti con gli altri. Così decisero di chiedere il consulto di un professionista che si occupasse di educazione dei figli a Torino.

Ciò che mi colpì fu che, nelle sedute individuali, il ragazzo veniva accompagnato all'andata e al ritorno dai genitori, che rimanevano in sala d'attesa nel corso del colloquio.
Allo stesso modo lo accompagnavano a scuola, come avrebbero fatto con un bambino o un ragazzino di età decisamente inferiore.

Come si evince da questo esempio, se un adolescente soffre di una forte ansia e i membri della sua famiglia, essendone consapevoli, lo proteggono in maniera eccessiva - evitandogli costantemente il confronto con le sue paure - egli tenderà ad alimentare la sua ansia e contemporaneamente dipenderà in maniera sempre maggiore dai membri della famiglia.

In questo caso i due comportamenti disfunzionali della famiglia (ansia del ragazzo e atteggiamento iperprotettivo della famiglia), all'interno di una dinamica circolare, sono contemporaneamente causa ed effetto gli uni rispetto agli altri.
Nel senso che l'ansia del ragazzo alimenta l'atteggiamento iperprotettivo dei genitori, che a sua volta aumenta l'ansia e così potenzialmente all'infinito.

La Terapia familiare, in una situazione come questa, può risultare efficace per risolvere tali problematiche, in quanto agisce contemporaneamente a livello del singolo - lavorando sul suo processo di differenziazione dalla famiglia e sul consolidamento della sua autostima - e a livello del sistema-famiglia - aiutando i genitori a gestire la propria apprensività e sostenendo il ragazzo nel suo percorso di autonomia - anziché iper-proteggerlo in virtù delle sue difficoltà.

Educazione dei figli a Torino - Conflitto intergenerazionale

Altre volte il rapporto genitori-adolescente acquisisce le modalità di un vero e proprio conflitto intergenerazionale che tocca livelli di tensione molto elevati. Questo è il caso di due genitori, duramente messi alla prova dal figlio, che anni fa vennero a chiedere aiuto presso il mio studio di Torino.

Federico, diciottenne, assumeva in casa atteggiamenti sfidanti e provocatori, in particolare rivolti alla madre, che talvolta sfociavano in vere e proprie esplosioni d'ira, con comportamenti distruttivi verso gli oggetti e minacce fisiche.

I genitori avevano tentato con il figlio tutte le strade possibili, dal "prenderlo con le buone" ai provvedimenti più severi e sanzionatori, ma non riuscivano a trovare un modo efficace per comunicare con lui e ottenere il rispetto di minime regole di convivenza, così chiesero il mio supporto per gestire meglio l'educazione del ragazzo.

La proposta di un intervento di tipo individuale, considerato l'atteggiamento oppositivo di Federico, poteva essere essere rifiutata e interpretata dal ragazzo come l'ennesima imposizione dei genitori, quindi non avrebbe prodotto i risultati sperati.
Il fatto che si trattasse di una Terapia di tipo familiare ha reso più facile per il ragazzo accettare il percorso e ha prodotto risultati soddisfacenti per tutto il sistema famiglia.

La Terapia familiare - proponendo sedute con l'intero nucleo alternate a: colloqui individuali con il ragazzo e sedute con i genitori - ha permesso di attuare un intervento complesso su più fronti.

L'approccio Sistemico-Relazionale nel lavoro con gli adolescenti, ha il vantaggio di farli sentire attivamente coinvolti in un percorso, anziché trattarli come soggetti passivi o peggio come i "portatori di un problema".

L'obiettivo della terapia o dei percorsi che propongo per l'educazione dei figli a Torino infatti sarà: non solo comprendere le problematiche relazionali del ragazzo, ma metterle in rapporto con le dinamiche familiari che possono essere alla base del disagio dell'adolescente e del sistema intero.

Alla luce di queste considerazioni, in questa specifica situazione, ho lavorato con Federico sull'elaborazione e il contenimento della sua rabbia, ma anche insieme ai genitori per migliorare il loro modo di "fare squadra" nel approcciare le difficoltà di relazione con il figlio, allo scopo di rafforzare la loro autorità genitoriale.
Infine ho lavorato insieme all'intero nucleo, per migliorare complessivamente il loro modo di interagire e comunicare.

Educazione dei figli Torino

Educazione dei figli Torino: Contatta la d.ssa Silvia Balconi

Per contattare la dott.ssa Silvia Balconi puoi chiamare il 349.3261881 oppure compilare il form sottostante - *campi obbligatori

Nome e Cognome*
Mail*
Telefono
Domanda o richiesta*