Terapia di coppia Torino

Psicoterapia di coppia a Torino - terapia delle crisi di coppia

«E siate uniti ma non troppo vicini. Le colonne del tempio si ergono distanti, e la quercia e il cipresso non crescono l'una all'ombra dell'altro».
(Kahlil Gibran)

Come suggeriscono queste parole, una coppia è una cosa semplice ma estremamente complessa. È fatta da due elementi che, unendosi, ne formano un terzo (la coppia appunto) che li comprende ma non li esaurisce poiché entrambi devono poter conservare, dentro a questo nuovo sistema, le loro individualità (il cipresso e la quercia sono molto diversi...).

Allo stesso tempo la coppia è più della somma delle caratteristiche dei due esseri che la compongono, è un'entità a sé stante che vive di vita propria e, proprio come un individuo, passa attraverso diverse fasi evolutive, diverse ma simili per la gran parte delle persone.
Nelle prime fasi, quando la coppia muove i suoi primi passi, essa può essere vissuta in modo estremamente appagante e totalizzante.

Quando ci innamoriamo di una persona tendiamo a percepirla come colei/colui che potrà essere in grado di comprenderci, di curare le nostre ferite e colmare i nostri vuoti.
Attraverso l'intimità e la vicinanza, creata dall'innamoramento, noi proiettiamo i nostri più profondi bisogni sull'altro e nel contempo ci poniamo come chi è in grado di cogliere e soddisfare quelli dell'altro/a.

All'interno di questa relazione altamente coinvolgente noi ci poniamo come il centro del mondo dell'altro/a, vedendo in lui/lei la nostra "terra promessa".
Ma questa "terra" tanto desiderata non sempre manterrà le sue promesse, e stare al centro del mondo dell'altro non è sempre così possibile e auspicabile.

Nel corso del suo ciclo vitale infatti la coppia si trasforma: quelli che erano stati gli elementi e i vincoli del primo patto di coppia, all'epoca dell'innamoramento, si riveleranno superati e talvolta insopportabili.
In questo senso la parola "crisi" e la parola "coppia" appaiono legate a filo doppio.

Quello della crisi è infatti un passaggio inevitabile e anche necessario per l'evoluzione della coppia che, per continuare ad esistere e resistere, dovrà andare oltre l'idealizzazione (di sé stessi e dell'altro/o) e l'illusione (illusione di incarnare nell'altro/a il proprio partner ideale) per rinegoziare un nuovo patto, basato su nuove regole e nuovi presupposti.

Terapia di coppia - Torino: Quando la coppia va in crisi?

Al di là di quelle che possono essere le crisi evolutive comuni a tutti, la vita di tutte le coppie può passare attraverso criticità e momenti difficili che possono essere legati ai fattori più vari.

Crisi legate a transizioni evolutive importanti: il passaggio dall'essere coppia all'essere genitore, la sindrome del "nido vuoto" dopo l'uscita di casa dei figli, l'avvento della terza età ecc.

Crisi legate a fattori "esterni" alla coppia: difficili rapporti con le rispettive famiglie d'origine, relazioni extraconiugali ecc.; oppure ad eventi imprevisti "paranormativi": malattia di uno dei coniugi, problemi di sub fertilità e difficoltà a procreare, crisi di ruolo dovute alla perdita di lavoro di uno dei partner ecc.

Queste situazioni critiche possono portare nella coppia tensione e alto tasso di conflittualità o viceversa distanza emotiva, sensazione di "stallo", difficoltà comunicative, problemi nella sfera sessuale e nell'espressione dell'affettività.

Terapia di coppia - Torino: Quando è utile ricorrere ad una terapia?

Certamente non subito dopo la prima litigata.
Una coppia può e, in un certo qual modo, deve passare attraverso momenti di crisi poiché è attraverso di essi che può crescere, trovare nuove strategie e modalità per adattarsi alle differenti fasi del ciclo di vita. Anche laddove le criticità siano pesanti è bene comunque che la coppia tenti, prima di ogni altra cosa, di risolvere i problemi da sola.

Esistono però situazioni particolari in cui il grado di conflittualità nella coppia raggiunge livelli tali da rendere difficoltoso o addirittura impossibile un reale confronto, in quanto già solo alle prime parole della discussione si innescano in entrambi i partner "copioni comunicativi" stereotipati che fanno sì che non si ascolti più realmente l'altro/a, in quanto gli/le si attribuiscono opinioni, intenzioni, colpe precedenti rispetto alla discussione in atto e si reagisce ad esse piuttosto che ai reali contenuti del contrasto.

In queste situazioni, che spesso affronto in terapia di coppia a Torino, è come se ogni discussione, anche su questioni banali, assumesse il significato di una "resa dei conti" generale.

Apparentemente si discute del fatto che ci si è dimenticati di comprare il latte o si è arrivati in ritardo ad un appuntamento; in realtà, ad un altro livello, si sta discutendo della propria relazione, dei ruoli, delle regole e dei rapporti di potere all'interno di essa.
Si sta parlando di noi, dei nostri sentimenti, delle aspettative riposte dentro a questo rapporto, che forse sono state deluse. Però purtroppo questo livello comunicativo più profondo ed emotivo rimane difficilmente esplicitabile: ognuno preferisce rimanere nella trincea della "sue ragioni", dimostrando il torto dell'altro.

In queste situazioni la relazione rischia di diventare un "braccio di ferro", una snervante "guerra di posizione" in cui ognuno vuole avere ragione senza arretrare di un passo e le discussioni rimangono arenate nei mille labirinti e corto circuiti della quotidianità.

In altre situazioni invece il disagio non si esprime sotto forma di conflitto, in quanto nella coppia c'è un forte squilibrio nelle posizioni dei due partner oppure perché si è creato, per qualche ragione, un muro di incomunicabilità e apparente indifferenza che rende difficile comunicare e persino litigare.
Di fronte a queste situazioni in terapia di coppia diventa importante mettere in luce queste dinamiche e indagare le ragioni che hanno condotto verso questa situazione di dis-investimento emotivo e distanza.

Come funziona una terapia di coppia?

A Torino propongo un percorso di psicoterapia breve (10 max 15 sedute, in genere a cadenza quindicinale) che presuppone la disponibilità a mettersi in gioco di entrambi i partner, nonché il permanere, malgrado tutte le criticità, di un investimento sulla coppia.

Durante il percorso, chiedo a ciascun partner di esprimere dal suo punto di vista quelle che sono le problematiche della coppia e le aspettative nei confronti del percorso.
Invito la coppia di ripercorrere la propria storia nelle sue tappe fondamentali, cercando insieme nuove chiavi di lettura, favorendo il confronto intorno ai problemi e l'esplicitazione di bisogni e sentimenti.
Talvolta, durante la terapia a Torino, do alla coppia dei compiti specifici da eseguire nei quindici giorni tra una seduta e l'altra.

«Due non è il doppio ma il contrario di uno, della sua solitudine. Due è alleanza, filo doppio che non si è spezzato». (Erri De Luca)

Esempi di Psicoterapia di coppia

Terapia di coppia Torino

Terapia di coppia Torino: Contatta la d.ssa Silvia Balconi

Per contattare la dott.ssa Silvia Balconi puoi chiamare il 349.3261881 oppure compilare il form sottostante - *campi obbligatori

Nome e Cognome*
Mail*
Telefono
Domanda o richiesta*