Disturbo bipolare Torino

La d.ssa Silvia Balconi tratta persone con disturbo bipolare a Torino

Può accadere che lo stato depressivo si alterni ciclicamente a fasi di normale tono dell'umore o addirittura di eccessivo innalzamento di quest'ultimo.
Queste fasi, denominate in Psichiatria "fasi maniacali" o "ipomaniacali", si caratterizzano per dei sintomi speculari rispetto a quelli depressivi, quali ad esempio:

Quando la persona manifesta questa alternanza ciclica tra stati depressivi e stati maniacali, si parla di disturbo bipolare. In questa situazione una persona può andare soggetta a dei cambiamenti notevoli anche solo da un mese all'altro, come nel caso di una paziente che seguo da tempo per un disturbo bipolare a Torino.

Sonia in alcuni periodi della sua vita era un vulcano e viveva freneticamente, saltando da un impegno all'altro, travolgendo anche in modo negativo, con la sua carica di parole e progetti, le persone a lei vicine. In altri periodi invece si sentiva irrimediabilmente triste e inadeguata, faticando persino a fare i gesti più semplici della sua quotidianità.

Il passaggio da una fase all'altra può essere legato a eventi traumatici o comunque destabilizzanti della vita della persona che provocano in qualche misura il "viraggio", oppure può avvenire, in assenza di questo tipo di correlazione, magari in associazione a cambiamenti stagionali. È un po' come se il tono dell'umore di una persona, anziché viaggiare linearmente entro un certo range prevedibile, corresse su delle gigantesche montagne russe emotive, passando ciclicamente da un estremo all'altro, suscitando sconcerto e disorientamento nella persona interessata dal problema come anche in tutti i suoi familiari.

Disturbo bipolare Torino: Come si affrontano certi problemi?

Come nel caso della depressione maggiore, l'approccio psicoterapeutico è importante nella gestione dei sintomi del disturbo bipolare, ma spesso si richiede l'integrazione con una terapia a base di psicofarmaci, che aiuti la stabilizzazione emotiva del paziente.
In funzione di ciò, appare evidente come l'approccio terapeutico e gli obiettivi dello stesso, debbano essere flessibili e diversificati a seconda delle differenti fasi.
Sia rispetto alle cadute depressive, sia in relazione ai "picchi" maniacali, che spesso possono essere non meno insidiosi e destabilizzanti della depressione stessa, appare inoltre fondamentale portare avanti un approccio preventivo che possa, limitare gli sbalzi emotivi, inevitabilmente connessi a questa patologia.

Trattando il disturbo bipolare a Torino, l'idea di fondo è quella di lavorare sulla costruzione di una disciplina mentale in grado di contenere, il più delle volte in sinergia con farmaci stabilizzatori, i drammatici alti e bassi di questa patologia, imparando a leggere i segnali premonitori del passaggio da una fase all'altra e riuscendo a governare meglio la propria tendenza all'instabilità.

In presenza di sintomi sul versante più "up", per esempio, consiglio spesso ai miei pazienti di lavorare sui ritmi sonno-veglia, di imporsi una disciplina in grado di garantire una giusta dose di riposo e di evitare un sovraccarico fisico e mentale.
In questa fase trovo inoltre sia utile, per contenere l'escalation maniacale, inserire elementi critici in grado di limitare quel sentimento di onnipotenza che induce il soggetto ad iniziative azzardate o pericolose per sé stesso e per gli altri.
Ritengo inoltre imprescindibile, anche nel trattamento del disturbo bipolare, il coinvolgimento dei familiari in una funzione di sostegno e prevenzione delle recidive.

Disturbo bipolare Torino

Disturbo bipolare Torino: Contatta la d.ssa Silvia Balconi

Per contattare la dott.ssa Silvia Balconi puoi chiamare il 349.3261881 oppure compilare il form sottostante - *campi obbligatori

Nome e Cognome*
Mail*
Telefono
Domanda o richiesta*